CADEGLIANO FESTIVAL – PICCOLA SPOLETO

SI E' CONCLUSA L'EDIZIONE DEL FESTIVAL

Cadegliano Festival

Fate suonare insieme un sax ed un fagotto, un basso elettrico ed una darbuka, un doum doum, una fisarmonica e due chitarre. Aggiungeteci un violino, una tromba, le tastiere e pure una mandola. Affidateli a un nigeriano, una congolese, un senegalese, un tunisino, un marocchino, un cubano, un italiano ed una giapponese. Portateli su un palco all’interno dei Giardini Estensi di Varese, in una notte d’estate che per˛ pare autunnale. Osservate e godete della festa. Fate caso a quanti abbracci in musica si scambiano gli artisti naturalmente, prestate orecchio a come quelle sonoritÓ diverse si fondono in un’armonia superba, alle citazioni musicali, sentite l’energia originare da diverse sorgenti e confluire come in un unico fiume, ascoltate le diverse lingue sembrare la stessa voce, sorprendetevi dell’entusiasmo tra la folla che alzatasi non smette di ballare. Tornando a casa riflettete, addormentatevi con lo stesso sorriso con il quale avete lasciato l’evento e pensate che il Festival di Cadegliano – Piccola Spoleto Ŕ appena cominciato.

Silvia Priori Cadegliano

IdentitÓ - Un viaggio sulle note del mondo, Ŕ con questo grande evento che ha debuttato la manifestazione diretta da Silvia Priori. Insieme agli attori varesini, l’Orchestra internazionale di Porta Palazzo ha scaldato la prima notte a suon di energia, poesia e musica proclamando quella che Ŕ stata l’atmosfera di questa terza edizione. Con oltre 100 artisti di nazionalitÓ diverse, tra cui il grande Cesar Brie (Argentina) e Lindsay Kemp (Inghilterra), il capoluogo lombardo ha attirato un pubblico variegato, grazie alla vasta offerta di quattro giorni di teatro, musica, danza, opera, arti figurative, eventi e seminari.

La kermesse Ŕ stata creata nel 2011, in occasione del centenario della nascita del gran Gian Carlo Menotti, originario proprio di Cadegliano, fondatore del celebre Festival dei Due Mondi di Spoleto. L’associazione culturale Teatro Blu di Silvia Priori e Roberto Gerboles fa della casa del Maestro la sede principale dell’evento mirando a divenire “la Spoleto del nord Italia”. Ci auguriamo che l’organizzazione raggiunga il risultato e aspettando con entusiasmo la prossima edizione ci fermiamo a respirare quest’aria nuova ed euforica che aleggia ancora sulla provincia.

Vera Martini

Dove: Cadegliano (VA) - Villa Menotti, Rustico Villa Menotti, Villa Floreal, Municipio Sala consiliare, Biblioteca civica, Istituto Francesco Menotti, Atelier di Luigi Bello, Casa Tremolada
Varese – Giardini degli Estensi
Info: www.cadeglianofestival.com

Potrebbe interessarti anche..