"COS'E' IL TEATRO?"

PROGETTO DI RACCOLTA DI DEFINIZIONI CELEBRI E PERSONALI

Il Teatro è vivo perché parte delle nostre vite, non solo di chi lo fa ma anche di chi lo guarda. E' patrimonio di tutti, accessibile a tutti, è un linguaggio comune, come la vita è possibilità, valorizza le esperienze di ciascuno consacrando la quotidianità dei gesti e cristallizzando emozioni, ci spinge ad interrogarci sugli eventi che ci accadono... Questo progetto, attraverso i Vostri interventi, intende testimoniarne la vitalità, contro tutte le Cassandre che periodicamente lo danno per defunto... perché, come affermava Carlo Goldoni, "il Teatro è vita e la vita è Teatro"!

SCOPRI LE DEFINIZIONI DI ATTORI, REGISTI E PERSONAGGI CELEBRI

"La vita, tra palco e sipario" - Monica Semino, Genova

"La possibilità di dare voce a tanti personaggi diversi... in ogni dove... rimanendo nello stesso posto" - Mariarosa Visconti, Piacenza

"La sublimazione della vita. Viva il Teatro!" - Nino Scardina, Ladispoli

"L'offerta delle proprie emozioni per ritrovarle in chi ti osserva ed ascolta" - Francesco Paolo Catanzaro, Palermo

"Il Teatro è il posto dove si gioca a fare sul serio" - Gabriella, Taranto

"Il Teatro è il punto di ascolto del mondo. Passioni, paure, perversioni, sogni e realtà urlano nel nostro quotidiano: il teatro è la zattera di legno a cui ci dobbiamo legare, incatenare, come novelli Ulisse, nel tentativo di resistere a quel richiamo disperato che spinge l'uomo alla disperazione; come una conchiglia, se accostiamo l'orecchio alla polvere del palcoscenico, ne esce fuori il canto puro ed eterno dell'umanità" - Elvira Scorza, Praia a Mare

"Il Teatro è realtà" - Fabio Spisto, Napoli

"Un "vampiro": immortale per sua natura, esigente della più raffinata mistificazione, si nutre della tua essenza vitale e ti abbandona a vibrare davanti un punto di equilibrio inesistente" - Claudia Rinaldi, Treviso

"Uno scambio reciproco di sogni tra l'attore e il pubblico" - Serena Biscardi, Perugia

"L'esaltazione dell'essere" - Antonio Amore, Napoli

"Il Teatro nuoce gravemente alla salute mentale" - Maria Carla Conti, Garlate

"Il Teatro è espressione dell'anima, condivisione di cuori e libertà di giudizio" - Alessandra, Porto Torres

"Il Teatro? Un insieme di finte verità che emozionano dal palco alla platea. Possono restarti nel cuore il tempo di un atto, fin quando il sipario si richiude... oppure tutta la vita!" - Danilo Riciputo, Augusta

"Teatro è dar voce a quel mondo interiore che altrimenti rimarrebbe celato per sempre. E' riempire quegli spazi vuoti che la vita lascia, è vivere e provare ciò che nella realtà non ci sarà mai concesso, è respirare mille respiri in un unico battito..." - Maya Mogami

"Il Teatro è un'avventura alla portata di tutti: magica!" - Marisa Trebini, Bagno di Romagna

"Il Teatro è lo specchio riflesso della vita di tutti i giorni interpretato artisticamente con grande energia e verità" - Ciro Petralito, Napoli

"L'espressione vera e unica dell'anima umana" - Simona Comoglio, Biella

"Il Teatro è Coltura!" - Gianni Di Nardo, Formia

"Il Teatro è magia, follia e amore allo stato puro" - Angela Dalla Nora, Pasiano di Pordenone - 1 voto

"E' un sipario che si apre nella mente e nel cuore di chi cerca il senso della vita" - Antonietta Sposito, Napoli

"Il Teatro è far finta di fingere" - Ezio Novarini, Pavia

"E' il luogo per eccellenza dove posso essere un'altra me, senza aver paura dello sguardo degli altri... è il luogo dove con un applauso a scena aperta volo altissimo e non vorrei scendere più" - Deborah Rossi, Napoli

"Specchio della nostra anima sotto altre luci..." - Max, Napoli

"Il Teatro. Ci penso e sorrido. Dicono che per essere liberi veramente bisogna spogliarsi da tutte le inibizioni, abbattere muri e barriere e presentarsi "nudi e indifesi", ma in realtà più forti che mai, davanti a se stessi e agli altri e dire: "Eccomi! Sono qui! Leggetemi!" Il Teatro è l'inizio, il mezzo, il processo continuo di una trasformazione lenta, chiassosa nel suo silenzio, che ti cattura l'anima definitivamente. Il Teatro è il luogo dove si può tutto, dove non si ha bisogno di maschere, dove si è spudoratamente se stessi e molto di più, dove un giorno ci si accorge di non dover temere il giudizio dell'altro, che basta uno sguardo e il messaggio arriva forte e chiaro. Il luogo dove non si ha paura di camminare al buio, perché ci sarà sempre qualcuno pronto a guidarti. È quel luogo dove si sente immediatamente di poter dare molto e si è certi che si riceverà in cambio dieci volte tanto. È un'interazione continua, uno scambio "dell'io, noi, tutti". Se manca ciò, ci si spegne lentamente. Perché il Teatro è vita. La mia, la tua, la nostra" - Adriana Bertini, Acquaviva delle Fonti

"Il Teatro è passione. E' luogo che ci permette di sognare attraverso l'arte della recitazione ed il luogo in cui riusciamo a conoscere realmente noi stessi. Il Teatro è uno splendido sogno" - Arianna Dell'Orso

"Il Teatro è la possibilità di smettere di recitare solamente sé stessi ed in questa ottica diventa il primo passo verso l'empatia" - Michela De Mattio, Trieste

"Il Teatro è un mondo tutto suo nel quale, mescolandosi, luci ed ombre creano soggetti immortali sul palcoscenico che rendono lo spettatore più dotto e sapiente" - Vincenzo Mongelli, Melfi

"Rappresentare la realtà vivente e inesistente caricandola di altra realtà, immaginaria e non" - Marta Guido, Roma

"Il Teatro è lo spazio del mondo che vive parallelo a quella che noi chiamiamo realtà... In teatro spazio e tempo hanno una loro funzione autonoma e consentono di sottolineare cose che nella vita spesso dimentichiamo, ignoriamo... é un piccolo mondo in cui prendono forma emozioni, sentimenti, personaggi insoliti, circostanze ambigue, tante forme dell'esistenza che tendiamo a non notare, a evitare, ma che ci lasciano dentro qualcosa che altrimenti non potremmo avere. Il Teatro è il luogo in cui tutto prende forma e muore nell'arco della rappresentazione, come se tutto nascesse apposta per lo spettatore, come un dono, come se forme di vita conducessero la propria esistenza esclusivamente per noi. Ciò a cui assistiamo e il sottile mascheramento, o talvolta l'estremo palesamento di ciò che abbiamo dentro e che difficilmente tiriamo fuori, di ciò che viviamo ma da cui vorremmo fuggire, di ciò che ci spaventa, di ciò da cui fuggiamo, o un di un impossibile universo fatato in cui vorremmo vivere. E alla fine... non solo un insegnamento, ma il sapore, l'odore, il suono, le immagini, tutto ci resta dentro e si riforma in molte occasioni, sottoforma di sensazione, come accade per qualcosa di vissuto in prima persona... Perché il Teatro si dona a noi e ci resta dentro come il ricordo e l'esperienza più Vera di ciò che abitualmente definiamo "vero" - Mariagrazia Iovine, S.S. Cosma e Damiano - 1 voto

"Il Teatro è silenzio" - Marco Lucertini, Fano

"..è un amante insaziabile!" - Maria Letizia, Vignate

"E' un sussulto, un sorriso, una lacrima, un applauso... un bluff!" - Daniela Mancone, Ascoli Piceno

continua a leggere...

Vota la Tua preferita e/o inviaci la Tua definizione di Teatro!
Compila il form qui sotto

Nome e cognome
 

Uomo  Donna

Comune di residenza
Data di nascita
Professione
E-mail
Cos'è il Teatro?
La mia definizione preferita è quella di...
Autorizzo il trattamento dei miei dati secondo l'informativa sulla privacy